Recensione Nessuno si salva da solo: trama e trailer

Recensione Nessuno si salva da solo: trama e trailer

Delia e Gaetano sono i protagonisti del nuovo film di Sergio Castellitto: Nessuno si salva da solo. Oggi vogliamo proporvi una recensione della pellicola, ma iniziamo con ordine. In Nessuno si salva da solo il regista si ispira nuovamente ai romanzi della moglie, Margaret Mazzantini, ma questa volta per raccontare una storia d’amore in declino, agli sgoccioli.

Nessuno si salva da solo: Trama e trailer

Gaetano e Delia sono una coppia separata, che si incontra al ristorante per decidere come suddividersi le vacanze estive con i figli. Il rancore e il risentimento di entrambe le parti li fa esplodere, più volte nel corso della cena, in clamorosi scatti d’ira.

Ma questo loro ritrovo gli permetterà di rivivere tutta la loro storia d’amore, nata per caso, e conclusa nel peggiore dei modi.

E così pian piano scopriamo chi sono davvero questi personaggi: Delia, biologa e nutrizionista che in passato ha lottato contro l’anoressia; Gaetano, aspirante scrittore che alla fine sbarca nel mondo del come sceneggiatore. Entrambi schiacciati da una famiglia che non riesce a comprenderli.

Dal loro folle e improbabile amore nascono due bambini: Cosmo e Nico, che saranno a loro volta costretti a subire tutto ciò che un divorzio e la fine di un matrimonio comporta.

Recensione Nessuno si salva da solo

nessuno si salva da solo trama

La trama potrebbe sembrare banale: migliaia di registi hanno trattato l’argomento nei modi più svariati; ma Castellitto e sua moglie, riescono a mettere a nudo ciò che realmente accade nella vita delle persone quando una storia finisce. Ed è forse proprio grazie a questo realismo, disincantato, che sia il film sia il libro, precedentemente, hanno venduto così bene.

In “Nessuno si salva da solo” vi è la verità nuda e cruda. Quella di una moglie che stufa delle disattenzioni del marito, lo mette alla porta, e alla fine si ritrova da sola, con un mondo da gestire, lottando per reprimere la propria rabbia e dare amore ai suoi figli.

In questa nostra recensione di Nessuno si salva da solo vogliamo sottolineare la mancanza d’azione all’interno del film quasi nulla di non detto, e questo può essere senz’altro un punto a suo sfavore, in quanto viene eliminata qualsiasi forma di suspance; ma d’altra parte può anche essere un punto di forza, perché ci permette di osservare il mondo reale trascritto in un film.

Niente finzioni, niente finali da favola, nessun principe azzurro, nessuna fata che può sistemare le cose attraverso una bacchetta magica.

Ma Gaetano e Delia si sono davvero arresi al loro destino? La loro storia d’amore è davvero finita?
Questo lo scopriremo solo agli sgoccioli del film, cosa ne pensi della nostra recensione di Nessuno si salva da solo? Se vuoi puoi inviarci la tua o lasciarci un commento!

About Gloria Bramati

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*