Marguerite: trama e trailer

Marguerite: trama e trailer

È uscito la scorsa settimana nelle sale italiane, Marguerite, del regista Xavier Giannoli. Ispirato alla vita di Florence Foster Jenkins, il film drammatico francese è stato presentato in concorso alla 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

 Trama Marguerite

1921. Marguerite Dumont (l’attrice Catherine Frot) è una ricca baronessa parigina che si adopera da mecenate. Vive soprattutto per la musica e il canto, lirico in particolare, e si infiamma ad ogni spettacolo. Ma non le basta fare da spettatrice: lei vuole cantare. Avendo molti soldi, potrebbe imporre la sua presenza come primadonna, ma c’è un piccolo problema: è stonata e non ha voce. Questo non la frena. Organizza spettacoli nel suo castello. Si incaponisce. Non ha umiltà e non ha limiti. E il pubblico, un insieme di aristocratici ipocriti, si prende gioco di lei facendole credere di essere una vera diva. Un giovane giornalista, Lucien Beaumont, arriva addirittura a dedicarle un articolo elogiativo; insieme a Kyrill von Priest, poeta dadaista e anarchico, vede infatti nella baronessa una voce di ‘rottura’ da far esibire nei café parigini alfine di demolire il sistema dell’arte e sovvertire le aspettative del pubblico borghese. Marguerite, sfrontata e coraggiosa, si convince quindi sempre di più del suo talento, fino al punto di voler organizzare un recital di fronte ad un pubblico di sconosciuti. Osteggiata dal marito Georges (l’attore Andrè Marcon), che non la ama, e aiutata da un divo del passato, Atos Pezzini, si esercita con passione ma la realtà è ben diversa dai suoi sogni e dalle sue aspirazioni. E il tonfo sarà pesante.

 Trailer Marguerite

Catherine Frot è una grande attrice che dà prova delle sue qualità in questo film dove presta il volto ad un personaggio tremendo, tragico e patetico insieme, un connubio di paranoia e coraggio, tutti femminili. Tema di fondo la menzogna che si accompagna all’opportunismo, alla crudeltà e infine a un tocco di umana pietà. Marguerite non può che far riflettere.

About Silvia Rotino

Nata a Novara, laureata in Lingue. Appassionata di viaggi, fotografia, mass media, economia, è articolista per diverse testate giornalistiche online.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*